Gestione del rischio o abbiamo sempre fatto cosi. Chi ti fa guadagnare?

Sei un imprenditore?

Se hai appena finito di vedere il video è probabile ti sia scappato un sorriso. Quante volte ci comportiamo come il ciclista? Quel gusto sottile nel sfidare la sorte genera in noi una sensazione di sicurezza autoindotta, una calma latente che ci spinge ad affrontare le nuove sfide che, ripercorrendo la metafora, semaforo dopo semaforo ci accompagnano nel nostro business. E’ il classico “abbiamo sempre fatto cosi”, tanto apprezzato dai nostri nonni quanto anacronistico nel mercato moderno.

Un mondo mutevole

Succede un giorno che ci fermiamo al semaforo e cerchiamo l’appoggio sul cofano (ricordate? abbiamo sempre fatto cosi!) ma ahimè il mercato di ieri non esiste più, ha fatto retromarcia, ed eccoci per terra.

L’azienda di oggi deve prosperare in un contesto mutevole, dove il mercato richiede prima di tutto la capacità di prevedere e gestire con successo impatti di eventi che possono minare la continuità del business, riportandolo rapidamente al livello preesistente. Questo esprime il concetto di RESILIENZA.

Un’adeguata gestione del rischio non avviene certo affidandoci al buon vecchio santino sul cruscotto, occorre una mappatura specifica e successivamente un adeguato trattamento. Mappare significa ridurre il c.d. “costo dell’incertezza”, un vero e proprio onere finanziario occulto che pesa sulla redditività delle aziende inconsapevoli.

Hai mai pensato al VALORE del rischio?

E’ ormai risaputo che, in lingua cinese, l’ideogramma che identifica la parola “crisi” sia composto da “pericolo”+ “opportunità”, e non è un caso. D’altro canto ci hanno insegnato che sostituire dei costi (incertezza) con altri più bassi (gestione) rappresenta uno dei modi per creare valore.

L’unione di questi due concetti porta alla consapevolezza che gestendo il rischio in modo strutturato possiamo:

  • Ottimizzare la riduzione dei premi assicurativi attraverso un’attenta e consapevole procedura di trasferimento;
  • Valorizzare la reputazione dell’azienda per poter competere nei nuovi mercati globalizzati;
  • Valutare nuove opportunità di business avendo finalmente chiari aspetti positivi vs. negativi;
  • Creare una strategia di gestione del rischio e mettere al sicuro amministratore e/o imprenditore da ogni futura imputazione di responsabilità a loro carico;
  • Aiutare l’imprenditore nella protezione fisica degli asset vitali;
  • Coordinare e indirizzare in una politica comune le figure professionali che interagiscono con i rischi ( Rspp, sicurezza antincendio, responsabile IT, responsabile produzione, responsabile sicurezza 81/08, responsabile privacy 196/03 ecc..); figure che spesso operano senza confrontarsi tra loro generando inefficienza;
  • Generare consapevolezza tra tutto il personale e aumentare il benessere generale. 

E l’assicuratore?

Se commissioni un abito sartoriale ma il sarto non ti prende le misure, che abito ti aspetti di ritirare? Per preparare il terreno a coperture assicurative efficaci e su misura è necessaria l’attività di identificazione delle priorità e solo successivamente un corretto trasferimento al mercato assicurativo. Questo aspetto viene spesso trascurato perché sia intermediario che imprenditore sono concentrati sul prodotto giusto, o sul premio più basso per chiudere in fretta l’affare.

Ma che affare rappresenta per te una copertura inutile o evitabile?

L’efficienza è il nuovo mantra per le imprese che vogliono salire sul treno della globalizzazione e della crescita!

Chiedici ora tramite il form come creare una mappatura completa della tua azienda e saremo in grado di confrontarci attivamente condividendone tutti i vantaggi.

SCOPRI ORA COME CREARE LA TUA SOLUZIONE SU MISURA

The following two tabs change content below.

Nicola Massagrande

Socio Methis e intermediario assicurativo dal 2004. Diplomato Cineas - Master in risk management nel 2015 e all'Università degli studi di Verona - Corso di perfezionamento in risk management. Coordino l'attività e lo sviluppo dell'area commerciale. Passione, preparazione ed efficienza le parole chiave del futuro! La chitarra il mio hobby scaccia pensieri.
Share